Accesso ai servizi

Sabato, 09 Ottobre 2021

GESTIONE DELLA VERIFICA DEL POSSESSO E VALIDITA' DELLA CERTIFICAZIONE VERDE COVID-19



GESTIONE DELLA VERIFICA DEL POSSESSO E VALIDITA' DELLA CERTIFICAZIONE VERDE COVID-19


Il DECRETO-LEGGE 21 settembre 2021, n. 127 ha modificato il DECRETO-LEGGE 22 aprile 2021, n. 52 (testo convertito, con modificazioni, dalla legge 17 giugno 2021, n. 87) introducendo due nuove disposizioni normative, l’art. 9-quinquies “Impiego delle certificazioni verdi COVID-19 nel settore pubblico” e l’art. 9-septies “Impiego delle certificazioni verdi COVID-19 nel settore privato”.

Entrambi gli articoli stabiliscono a decorrere dal 15/10/2021 al 31/12/2021 in capo al datore di lavoro, pubblico o privato l’obbligo di verifica del possesso e validità della Certificazione Verde COVID-19 (c.d. GREEN PASS) in capo a chiunque svolga un’attività lavorativa ai fini dell’accesso ai luoghi in cui la predetta attività è svolta per prevenire la diffusione dell’infezione da SARS-CoV-2. Tale obbligo di esibizione è previsto, oltre che per i dipendenti, anche per tutti quei soggetti che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa o di formazione o di volontariato anche su base di contratti esterni (es. fornitori).

I datori di lavoro dovranno effettuare la verifica anche per i propri lavoratori che prestano l’attività lavorativa presso sedi esterne o terze (NB: la verifica del possesso del Green Pass da parte di tali lavoratori sarà doppio: da parte del datore di lavoro e all’accesso ai luoghi di lavoro terzi ove sarà svolta l’attività lavorativa).

L’unica deroga prevista per l’esibizione del Green Pass è quella per le persone esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della Salute (uniche certificazioni mediche ritenute valide).


Documenti allegati: